venerdì 1 febbraio 2013

#unterzociascuno: non fa male a nessuno!

Mollo gli ormeggi!
Si, davvero, mi lancio in nuove avventure.
Scalpito Smaniosa  e, Sentitamente Stropicciata, Sogno Soavemente Sospirati Spazi Senesi.
Non mi sono spiegata?
Vado a Siena e lo faccio partecipando al mio primo blog tour (oddio, l'ho detto, m'è venuto tutto d'un fiato... si, ce l'ho fatta!). Si chiama #unterzociascuno (sarà mica perché le blogger sono 3?)



Posso dirla tutta?
Fino a poco tempo fa mica lo sapevo cosa fossero i blog tour.
Posso dirla ancora meglio?
Anche ora, non ho le idee molto chiare ma sono state così carine le persone che hanno pensato alla sconclusionatissima me per questa avventura che, come dire, sono felice, mi sento lusingata, certo che partecipo con piacere (che poi, quando son lì, qualcosa da questa testolina fumante uscirà, spero).
Però c'è un però e guarda caso si casca sempre lì, sul fattore P (lo so, oggi m'è presa con le iniziali: sarà un vaneggiamento pre tour). Il fattore P, per dirla in Parole Povere (ahhahaha, lo vedi? ancora con 'ste iniziali oggi) è la PERSONA, anche se, in questo caso, sono quattro.
La prima, in ordine di apparizione, è Silvia Ceriegi che ho avuto il piacere di incontrare all'Hotel Cernia, dove lavoro, in occasione di elba4kids. Hem, anche qui una precisazione: non è che io sia stata magnificamente al top della forma quel giorno, eppure, non so spiegarlo, qualcosa è "passato" e Silvia è stata in grado di leggere e di interpretare il disegno (che io in realtà chiamo visione) che regge il mio progetto di accoglienza al Cernia al punto che è stata la prima a intervistarmi dopo il "putiferio" di Tripadvisor (che per la verità ci ha fruttato uno strepitoso premio in comunicazione social a livello nazionale).



Ebbene proprio Silvia mi ha scritto alcune settimane fa chiedendomi se ero disponibile a partecipare al blogtour che mi porterà a conoscere finalmente Borgo  Grondaie  la cui accoglienza è a cura  (e qui arriviamo alla seconda P) della mia twitter-amica Amina Sabatini, con la quale ho avuto modo di cinguettare e di confrontarmi su molti temi che abbiamo in comune. Non è fare BINGO, questo? Se poi ci aggiungete che nell'avventura sarò insieme alla super blogger esperta in social media marketing  Elena Farinelli e alla  iper wedding planner Simona Cappitelli, conosciute il settembre scorso proprio all'Hotel Cernia, perché desiderose di conoscere "l'albergo più emotivo dell'Isola d'Elba", ecco che tutto torna e si capisce il perché del mio entusiasmo. Beh, con tutti 'sti "super", avrete anche capito che sarò l'outsider, quella che ci mette la faccia e l'emozione propria ma che non ha scuola... solo sentire. Mi affiderò alle mie sensazioni infatti e saranno loro a guidarmi attraverso un percorso (tutto emotivo) tra i dedali dell'affascinante città toscana. Perché si, ok, di Siena si è letto molto e sentito sempre parlare ma io sono convinta che abbia anche un gran bel cuore che proverò ad ascoltare. Come? Ve lo dico il 2 e il 3 Marzo: seguitemi!